Arriva il tempo di lasciare.

Come il lievito scompare nella pasta dopo averla fatta crescere, così arriva il momento per tutti di lasciare andare, di lasciar crescere. Quello che si dona si mescola con quello che lievita, e nella misura in cui si è donato, ci si mette più o meno tempo ad essere assimilati, o ad essere dimenticati.
D’altronde, se il seme non muore nel buio della terra, la pianta non può crescere alla luce del sole.
Saranno poi i frutti a dire quanto buono era il seme e quanto la pianta ha imparato a sfruttare la sua forza.

Comincia il tempo di aspettare.

Posted by:don Ivan Licinio

Classe 1983, sacerdote della Prelatura territoriale di Pompei dal 2011. Attualmente Vice Rettore del Pontificio Santuario della Beata Maria Vergine del Santo Rosario e Incaricato del Servizio per la Pastorale Giovanile. Autore di diverse pubblicazioni, il mio ultimo libro è "Se anche la fede è tra le Stranger Things" - Una serie TV per ogni stagione della gioventù, edito da Effatà editrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...