Pezzi fatti a Cuore

Se ne era andato così, all’improvviso. «Ma io l’ho visto ieri», «Io c’ho parlato stamattina, stava bene!», «Ma quanti anni aveva?», «Così giovane!?». Solito rito. Ma effettivamente era davvero troppo giovane e si decise, perciò, di vederci chiaro. Fu chiamato Filocardio, il massimo esperto in materia. Per lui non fu difficile appurare di cosa si…

Prendere o lasciare? Lasciare per prendere!

III Domenica del Tempo Ordinario Altro che nel tempo ordinario, oggi ci troviamo in un tempo da corsa! Tutta la liturgia della parola di oggi va di fretta: Giona che annuncia«ancora quaranta giorni e Nìnive sarà distrutta»; San Paolo che scrive ai Corinzi «questo vi dico, fratelli: il tempo si è fatto breve»; Gesù stesso…

Prima uomo e poi prete

In ricordo di Don Raffaele de Leonardis, la mia prima trasparenza di Dio, a vent’anni dalla sua scomparsa. Mi vedo ancora in quella sacrestia a provare le prime battute di Miseria e Nobiltà. Accanto ho un nutrito gruppo di ragazzi molto più grandi, mentre di fronte a me c’è un uomo alto, vestito di nero…

Dapprima fu una storia di sguardi

II Domenica del Tempo ordinario Dapprima fu una storia di sguardi. È dagli occhi che capisci una persona come sta e cosa desidera. Con gli occhi si parla molto meglio che con la bocca. A mia madre bastava uno sguardo per rimproverarmi, mentre dal modo in cui mi guardava la mia ragazza (ebbene sì, anche…

A scuola di Magi

EPIFANIA DEL SIGNORE Quelle dei Magi sono le statuine meno consumate dei nostri presepi. Neanche il tempo di metterli che già dobbiamo riporli nel cellophane o nei fogli vecchi di giornale, come si usa dalle nostre parti. Eppure queste figure affascinanti, quasi mitiche, e che ci riportano puntualmente alla fine delle feste natalizie, conservano per…

Sacco pieno Sacco vuoto

Ormai siamo al giro di boa delle feste e già si intravede la routine quotidiana che ci aspetta sull’altra riva del calendario. Ma la liturgia di oggi, invece, sembra volerci riportare con forza alle festività ancora in corso, come a ricordarci che niente finisce ma ora tutto inizia. Infatti, se ricordate, il prologo di Giovanni…

Ascolto+Silenzio+Stupore= Maria

MARIA MADRE DI DIO Dopo il chiasso dei fuochi d’artificio e delle bottiglie aperte per brindare al nuovo anno, ci ritroviamo di fronte al silenzio di Maria. Di fronte allo stupore e alla lode dei pastori giunti a Betlemme, Maria resta in silenzio, custodendo tutto nel suo cuore. Maria non si comporta come quelle madri…